Vespe & Calabroni

Disinfestazioni da Vespe, Calabroni e recupero sciami di api Cordella Disinfestazioni nella città di Torino e provincia.

11 giugno 2010
Le vespe sono insetti sociali: le loro società comprendono femmine sterili, operaie, ed una o più femmine fertili dette regine. I maschi appaiono solo nel periodo riproduttivo.
I nidi possono essere più o meno complessi e sempre costituiti di un materiale simile al cartone che viene creato impastando del legno con la saliva.
Gli adulti delle vespe si cibano di nettare dei fiori ma predano piccoli insetti per integrare la dieta delle larve che allevano nel nido.
Le femmine sono dotate di un aculeo velenoso che utilizzano esclusivamente per difesa,in alcuni casi pericolosa. In tal senso, la vespa più pericolosa è spesso considerata il calabrone.
In primavera, una regina di calabrone si sveglia dall'ibernazione ed inizia a costruire alcune cellette in un luogo riparato e difficile da individuare. Inizia così a deporre le uova che, finchè non si schiuderanno, sarà lei ad accudire.
Inizialmente il nido si presenta come una semisfera concava nell'interno della quale si affacciano alcune cellette con le larve all'interno. In questa fase è la regina che le nutre ed espande il nido.
Nate dalle uova le prime vespe operaie, la regina si occupa della sola deposizione delle uova. La regina, nutrita dalle operaie, andando di cella in cella, depone uova.
Il nido di vespa crabro, se costruito all'esterno, può assumere una forma ovale o sferica della circonferenza di un pallone da calcio, al cui interno ci sono più piani orizzontali di cellette contenenti la covata. Se costruito all'interno di cavità o sottotetti può assumere ragguardevoli dimensioni
L'ultima covata del nido, è però composta da larve di vespe aploidi maschi, nate da uova non fecondate. Appena l'ultima covata è dischiusa comincia il declino del nido.La regina, ormai vecchia, non secerne più l'ormone che rende sterili le sue operaie, e cominciano così a nascere le nuove regine.Le vespe regine ed i maschi si mescoleranno con quelli di altri nidi ed avverrà l'accoppiamento di ogni nuova regina. Le nuove regine, dopo l'accoppiamento, andranno a svernare in ibernazione nei tronchi marci o sotto terra.
Nel frattempo, la vecchia regina muore, seguita nei giorni successivi da tutte le sue operaie dalla più vecchia alla più giovane. I maschi e l'ultima nidiata di operaie possono sopravvivere sino all'arrivo dell'inverno.
Del nido, non resta che l'involucro cartaceo e le cellette abbandonate, spesso saccheggiate da formiche o utilizzato come rifugio invernale da altri insetti
Cordella Disinfestazioni Torino propone:
La lotta alle vespe pertanto è rivolta alla eliminazione quanto più precoce possibile dei nidi,
Uso dei formulati a base di piretro o piretroidi sinergizzati con piperonil butossido

Insetti e tarme dei tessuti

Disinfestazioni tarme dei tessuti Cordella Disinfestazioni Torino

Specie di lepidotteri le cui larve si nutrono di tessuti come lana, seta ed anche cotone, oltre ad altre tipologie di sostanze contenenti cheratina.
Tignola dei crini la sua larva nuda e fila un po..   [Dettaglio]

Dove siamo

Torino

Sede Centrale:
C.so Sebastopoli 219 - 10137, Torino, TO

Sede Operativa:
Via Stupinigi 167 - 10048 Vinovo (TO)

Tel: 011.9623997
Cell..   [Dettaglio]

Insetti alati

Disinfestazione mirata contro Mosche, Tarme, Cimici, Moscerini, Vespe, Tafani, Ecc.

Comune in tutti gli ambienti frequentati dall'Uomo.
Si riproducono velocemente ed in grande numero.
Si nutrono di sostante organiche e prediligono sostanze ricche di zuccheri.
Pericolose per l..   [Dettaglio]